Tema/i | migrazioni / antirazzismo / NoBorder : Gli studenti del Liceo Lugano1 contro la Lega
  21-09-2010 07:05
Autore : LiLu1
 
 
  Riuniti in assemblea plenaria gli studenti del Liceo Lugano 1, questa mattina, hanno approvato un comunicato in cui, in qualità di membri della società civile del Cantone Ticino, denunciano "sgomenti" l’imbarbarimento del dibattito politico a cui assistono da ormai troppo tempo. "Razzismo e xenofobia, denigrazioni e intimidazioni personali sono gli strumenti fatti propri da un movimento politico che si vuole vicino alla gente ma che, di fatto, ne stimola gli istinti peggiori a meri fini elettorali".
 
     
  Gli studenti inoltre condannano anche gli atti vandalici che la Lega avrebbe generato, in quanto contrari ai fondamenti della democrazia e all’etica che vengono insegnati nelle aule e nelle case.

I ragazzi, nel comunicato, chiedono a tutte le persone e a tutti i movimenti politici seri di isolare politicamente chi propugna ideali contrari alla dignità dell’Uomo e si appellano alla forze economiche per interrompere il loro sostegno a chi diffonde simili messaggi.

"Non siamo ne buonisti ne estremisti. A nostro avviso non devono esistere rom ladri, albanesi violenti, africani spacciatori o ticinesi riciclatori, esistono degli individui che, per gli imperativi della storia e per le necessità dell’economia, si spostano in un mondo sempre più globale. Acuni di questi individui sono dei criminali e come tali vanno trattati. Nel rispetto delle nostre leggi, della loro e della nostra dignità".
 
     
   
  > Commenta questo articolo  
> Aggiungi una traduzione a questo articolo
> Scarica l'articolo in formato .PDF
> Invia questo articolo per email
  grandi! 2010-10-05 15:56  
grandi ragazze e ragazzi del lilu!!!questa vostra presa di posizione mi da speranza per il futuro..potrei solo permettermi di aggiungere che sta anche ad ogun@ di noi agire quotidianamente in mille modi, coerenti con una logica di rispetto per la vita e il futuro, contro questi esempi di stupidità e disprezzo.......
amanda rivoltA