Tema/i | anticapitalismo / antiglobalizzazione | antifascismo | repressione : I 2 anarchici di Aarau rischiano fino a 3 anni di prigione
  03-02-2010 15:22
Autore : Traducteur
:: Tradotto da : Traduttore
 
 
  2 anarchici rischiano fino a 3 anni di prigione  
     
  I 2 anarchici Philipp e Ivo rischiano fino a 3 anni di prigione. Sono accusati di molteplici incendi dolosi.

Il 14 novembre 2009, i nostri amici e compagni Philipp e Ivo sono stati arrestati dall'unità speciale della polizia del canton Argovia « ARGUS ». Il commando della polizia ha fatto irruzione della casa dei genitori di Philipp a Aarau (Svizzera) verso le 5 del mattino e ha portato via i 2 giovani. Durante l'arresto, Philipp e Ivo che in quel momento stavano dormendo, sono stati minacciati con delle armi da fuoco e, durante il loro trasporto, sono stati bendati. Sono stati scorti la sera precedente (la sera di venerdi 13 novembre) mentre Philipp aspettava a un incrocio e Ivo spariva per un breve momento in una delle strade dove poco dopo una autovettura prese fuoco.

Da maggio 2009, 7 autovetture di classe superiore e una autovettura della polizia sono state incendiate in un quartiere della città chiamato Zelgli. Per questo motivo, questo quartiere era ormai sotto sorveglianza da parte della polizia da qualche tempo. Questo fu fatale per Philipp e Ivo. Durante la detenzione preventiva, furono informati di essere accusati di iversi incendi dolosi (2 dei quali mettendo in pericolo la vita di terzi) e di danni materiali. Secondo la polizia cantonale di Argovia, gli incendi d'auto erano accompagnati da numerosi graffiti spraiati.

Durante la loro detenzione preventiva dal 14 novembre al 30 dicembre 2009, Philipp e Ivo sono stati messi in 2 celle separate. Ivo si trovava nella prigione della centrale i polizia della KAPO (polizia cantonale) nella Tellistrasse e Philipp nel tribunale cantonale nella Laurenzenvorstadt. Tutti e 2 avevano diritto solamente a una visita settimanale di 30 minuti alla quale solamente 2 persone potevano partecipare (oltre che il detenuto) e potevano uscire per "l'ora" d'aria 30 minuti al giorno (a parte i weekend dove non potevano uscire del tutto) e spesso anche meno. Nelle loro celle c'era solamente una televisione e dei libri della biblioteca interna. Questo isolamente e le pressioni subite li hanno fortemente segnati. Secondo il giudice d'istruzione Gautschi, questo lungo periodo di detenzione preventiva, non era arbitrario a causa dei rischi di collusione. Ci si puo domandare se Gautschi abbia svolto il suo lavoro di giudice d'istruzione senza apriori, visto che diversi degli incendi hanno toccato degli amici del suo stesso partito, l'UDC. Poi, Dieter Gautschi a trattenuto diverse lettere scritte dai o per i 2 detenuti per un periodo che va finno alle 3 settimane. Tra l'altro, nonostante uno dei 2 abbia informato il giudice d'istruzione e altri funzionari del fatto che fosse vegan, i suoi pasti erano sempre a base di carne fino al suo ultimo giorno di detenzione, e nonostante diversi interventi del suo avvocato.

I media hanno anche loro una parte della responsabilità. Secondo la stampa, Philipp e Ivo sono da sempre stati colpevoli. Il giornale scandalistico Blick a pubblicato i loro nomi e la foto di uno di loro. Il portale di informazione conservatore Winkelried ha probabilmente usato l'articolo del blick e ha portato avanti una campagna di odio contro i 2 detenuti. Questo portale ha parlato i attentati, fornendo i nomi di questi 2 giovani e persino della madre di uno di loro, oltre che l'indirizzo del suo posto di lavoro. Differenti media regionali hanno assediato la casa di uno degli accusati e hanno perseguitato la famiglia con delle chiamate telefoniche inopportune.

Durante la sua conferenza stampa del 6 gennaio 2010, la polizia cantonale d'Argovia, ha dato informazioni sullo stato dell'inchiesta. Ivo e Philipp hanno confessato solamente l'ultimo incendio doloso. La polizia accusa i 2 anarchici di altri 5 incendi, nonostante i loro natel (cellulari) abbiamo dimostrato che non si trovavano sul luogo del delitto nel momento degli incendi. Le circostanze di 2 degli 8 incendi di macchine non sono ancora stati chiarificati. I danni causati dagli incendi si elevano in tutto a 250'000.- CHF. Philipp e Ivo hanno confessato anche di aver fatto dei graffiti che hanno causato dei danni per 100'000.- CHF. Secondo le informazioni della polizia, 2 incendi hanno messo in pericolo la vita i terzi e la pena possibile in dei casi simili è di almeno 3 anni. Le inchieste si termineranno quest'estate e i processi avranno probabilmente luogo nel prossimo inverno.

La solidarietà con Ivo e Philipp non deve finire con la loro liberazione. Un sostegno (anche finanziario) è benvenuto per aiutarli. Vi invitiamo dunque a organizzare nelle vostre città delle azioni di solidarietà.

Libertà per tutti i prigionieri - La solidarietà è un'arma
Per un mondo senza prigioni - Fuoco e fiamme contro la repressione

Antirep, Aarau, l'8 gennaio 2010-01-21  antirepaarau@immerda.ch



Riguardo alla pibblicazione dei nomi e del dibattito

Non abbiamo scritto i nomi e i cognomi delle 2 persone per proteggerle. E anche se sono stati pubblicati, per esempio dal Blick, non è una scusa per fare la stessa cosa anche perché non tutti leggono questo giornale. Tra l'altro abbiamo anche pensato al momento dopo la loro detenzione, dove i nostri 2 amici vogliono soprattutto essere lasciati in pace senza essere chiamati in ogni momento. Philipp e Ivo sono d'accordo con il fatto di usare il loro nome.

Su domanda di Philipp e Ivo, non vi abbiamo informato immediatamente del loro rilascio il 30 dicembre scorso. Ci sarebbero state ancora delle chiamate, delle domande d'intervista, ecc. Dovrebbe essere comprensibile che dopo una esperienza el genere, abbiano voluto un po' di tranquillità.
Dopo la conferenza stampa della polizia, volevamo anche noi dare la nostra versione dei fatti, ma non l'abbiamo potuto fare immediatamente.
 
     
   
  > Commenta questo articolo  
> Versione originale (français) | italiano
> Aggiungi una traduzione a questo articolo
> Scarica l'articolo in formato .PDF
> Invia questo articolo per email
  Manif Antirepressione ad Aarau 2010-02-03 15:37  
Sabato 20 febbraio 2010
15:00
Igelweid Aarau

Video mobilizzazione:  http://www.youtube.com/watch?v=N4KIfZc-LG4
Appello in tedesco  http://switzerland.indymedia.org/de/2010/02/73657.shtml


Venite numerose e numerosi!
traduttore